Clipper 4:twenty, il nuovo volto dell’ enjoy rolling

Le collezioni Clipper 4:twenty sono realizzate con materiali di primissima qualità, ispirate ai respiri internazionali del design contemporaneo.

“Clipper 4:twenty” è il mantra di questa linea di accessori per rollare, che unisce la passione per lo streetstyle, il divertimento con gli amici e la libertà creativa.

Clipper 4:twenty è la storia di un sogno in comune con la community Clipper, segretamente nato in un pomeriggio d’estate e cresciuto giorno per giorno, lavorando con fatica e impegno a fianco dei designer più apprezzati al mondo: l’originalità delle grafiche e la possibilità di scegliere tra vari design in base al proprio gusto personale, rendono gli accessori Clipper 4:twenty unici e non convenzionali.

 

 

ANIMAL SKULLS
E’ “El Chupacabra” l’elemento di ispirazione per questa collezione Clipper 4:20, è un animale leggendario che si vuole abiti in alcune zone delle Americhe. Leggenda vuole che questa misteriosa creatura si nutra di “emazie di capre” come dice il nome stesso, o più in generale di animali domestici, vittime, secondo la stessa leggenda, di orribili mutilazioni da parte di questa misteriosa e inquietante creatura. Gli animali raffigurati in questa collezione, sempre secondo la leggenda, sarebbero state loro malgrado povere vittime di questo spietato essere, che ha ridotto i loro corpi in spogli scheletri.

 

 

 

 

 

 

 

 

JAMAICAN VIBES 
Collezione di cartine Clipper 4:20 che rappresenta simboli iconici della cultura rastafariana. Il rastafarianesimo è un movimento nato negli anni trenta del ‘900. Il nome derica da Ras Tafari, imperatore salito al trono del regno di Etiopia nel 1930 per “volontà di dio” con il nome di  Hailè Selassiè. La dottrina del rastafarianesimo si basa sull’adorazione, appunto, di questo imperatore. A partire dagli anni ottanta la cultura rasta ha aumentato la propria diffusione nel mondo, soprattutto grazie a Bob Marley e Peter Tosh tramite la musica reggae, che ne veicola i contenuti.

 

 

 

 

 

 

 

 

PROPAGANDA 
“Uno spettro si aggira per l’Europa: lo spettro del CONTROCULTURISMO. Tutte le potenze della vecchia Europa si sono coalizzate in una sacra caccia alle streghe contro questo spettro: i disennatori e lo zar, RE Sole e Da Vinci.  È ormai tempo che i CONTROCULTURISTI espongano apertamente in faccia a tutto il mondo il loro modo di vedere, i loro fini, le loro tendenze, e che contrappongano alla favola dello spettro del CONTROCULTURISMO un manifesto del partito stesso. ” semicit.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TATTOO 

“Per ora ti basti sapere che il marchio del tatuaggio è l’unico modo che abbiamo per difenderci da chi ci vuole annientare, è il posto segreto dentro il quale possiamo nascondere ciò che per noi è sacro. Non portiamo i marchi per vantarci davanti agli altri, ma perché quello è l’unico mondo incontaminato che ci è rimasto.”
cit. Nicolai Lilin

 

 

 

 

 

 

 

 

ART OF SOOL
Collezione ispirata ai quattro elementi naturali: terra, acqua, fuoco e aria.
Art of SOOL è un collettivo di tre ragazzi, nati e cresciuti in un piccolo paese della Val Camonica: traggono costantemente ispirazione dalla natura che li circonda e in cui sono immersi per realizzare le loro grafiche street. In passato hanno collaborato con molti brand, quali: Vans&AwLab, Dolly Noire, Warsteiner e Superga.

TREE OF LIFE
L’albero della vita, grazie alla sua forma che si slancia verso l’alto, è stato sempre considerato il simbolo della creazione: la collezione Clipper 4:twenty ne esalta il simbolo cosmico e cerca di attribuirne significati mistici e magici. Ovviamente le cartine e i filtri in carta sono in purissima carta naturale non sbiancata, come lo stesso astuccio.

WEED TEAM
Ci sono diversi rumors riguardo il mito attorno al 20 Aprile (o per gli amici “4:20”), ed è proprio questo che ha ispirato la collezione dedicata agli amanti della libertà di espressione. Un gruppo di ragazzini chiamati i “Waldos” ha influenzato la collezione che trae origine alle crew di Marin County in California.

JUNGLE WEED
Il contrasto tra pace interiore e animali feroci si concretizza in questo capolavoro dell’eclettica artista italiana Pottry Nigg, che studia e lavora tra Venezia e Kaindu (Zambia), vero e proprio snodo cruciale per ammirare flora e fauna africana.

Hai perso la tua password?
Non hai ancora un profilo? Registrati