GRAZIE SHAME, ci stai portando indietro nel tempo!

Si stava meglio quando si stava peggio non ricordiamo bene chi ha detto e quando è stata detta questa massima stupratissima da tutti ma ora ci sembra scritta apposta per il nuovo pezzo di Shame!

Si può fare” – titolo del pezzo – è un urlo, un’esigenza! Facciamolo! Shame lo sta facendo! Ci sta teletrasportando dieci/quindici anni indietro – quando si stava peggio – quando le parole avevano un peso – e la parola “underground” era dentro, interna e radicata, non in vetrina, sotto i riflettori e appiccicata come una patch sulla t-shirt preferita! (ne parla anche nell’intervista fatta da noi di Clipper qualche mese fa, guardala qui)

Beat e prod pazzesca di una vecchia volpe come DJMYKE aka Micionero… vabeh presentazioni (inutili) a parte, rime di qualità indubbiamente superiore, incastri – che, oh, ora non vogliamo bestemmiare, o scomodare qualche divinità del mic – a tratti ci han ricordato il miglior Caparezza!

Ci siamo persi e sbellicati a leggere i commenti sotto al suo videoclip caricato su YouTube di Si può fare: vi mettiamo qui sotto i più veri o simpatici:

Davide Montinaro – “scenatrap.exe ha smesso di funzionare”
Alessandro Capriotti – “Sempre t-shirt Clipper❤️” (Scusate ma dovevamo vantarci un po’ anche noi)
Duane Productions – “così tanti incastri che mi è venuto un crampo”
Karma_ – “L’unico difetto di questa canzone è che dura solo 2:20

Bella per Shame, viaggiare nel tempo con te è strafigo! Anzi, se organizzi un altro viaggetto diccelo, che prepariamo le valigie quelle belle grandi!

 ✍️ @inarteisack